£0.000

Profilo e Sede Museo

Home / Profilo e Sede Museo

La Fondazione Wanda Di Ferdinando è un Ente privato con sede a Pesaro, nelle Marche. Opera sostenendo iniziative di interesse umanitario quali assistenza, soccorso, protezione fisica e morale di esseri umani, con particolare riferimento ai bambini e ai soggetti colpiti da calamità belliche e/o naturali, indipendentemente da ogni condizione etnica, politica e religiosa. Ha finalità di solidarietà sociale e di cooperazione allo sviluppo. Dialogando con le realtà e le reti di riferimento del territorio, la Fondazione concede contributi per attività filantropiche da realizzare sia in Italia, sia nei Paesi esteri

Nasce per volontà del Dottor Renato Di Ferdinando, illustre medico e ricercatore marchigiano, docente di clinica oculistica presso l’Università di Roma, primario oftalmologo dell’Ospedale San Salvatore di Pesaro, autore di numerose e importanti pubblicazioni scientifiche, socio fondatore della Società Oftalmologica Italiana. La Fondazione è intitolata alla memoria della sua consorte, Wanda Di Ferdinando. Dare continuità all’impegno civile dei coniugi Di Ferdinando tramite azioni concrete a favore della comunità, costituisce la priorità di coloro che lavorano all’interno della Fondazione.

Dal 2014 il Consiglio di Amministrazione è composto da 5 membri nominati ciascuno in rappresentanza dei seguenti enti e uffici: Provincia di Pesaro Urbino, Comune di Pesaro, Università di Urbino, Arcidiocesi di Pesaro, Centro Servizi per il Volontariato Marche. Proprio la natura plurale del Consiglio è volta a garantire la più corretta e attenta gestione del patrimonio nell’ottica del bene comune e della trasparenza dell’operato. 

La sede museo della Fondazione, intitolata alla famiglia Di Ferdinando, è situata nel centro storico di Pesaro e ospita gli importanti strumenti di lavoro del Dottor Di Ferdinando, le suggestive opere e i ricordi appartenuti ai coniugi, le lettere di chi ha beneficiato del loro aiuto e della loro generosità d’animo. Tale spazio intende restituire a coloro che lo visitano e alla città, la memoria di due figure emblematiche del territorio.

Guarda la galleria immagini