Giovedì 27 giugno 2019 si è tenuta la terza edizione di ResilienzaLAB: Niente Paura! Storie coraggiose di piccoli e grandi all’interno dell’ospedale.

Ogni persona, sin da piccola, può esprimere buone capacità di adattamento di fronte alle situazioni problematiche, facendo emergere risorse latenti non evidenziate in precedenza. Una resilienza latente può rivelarsi, per esempio, in un bambino a cui viene diagnosticata una malattia. Una resilienza latente può rivelarsi all’interno della famiglia del piccolo paziente che si trova a dover gestire un percorso di malattia più o meno lungo, incerto e pieno di paure.

E la resilienza che ognuno impara a conoscere dentro di sé, può essere trasmessa.
Su questo si sono confrontati in un seminario medici, psicologi e genitori. 

Ecco alcune immagini dell’incontro.

Ideato e promosso dalla Fondazione Wanda Di Ferdinando, ResilienzaLAB è stato realizzato in collaborazione con il Comitato Genitori Bambini Cardiopatici di Torrette, Centro per le Famiglie di Pesaro, Centro Jonas Pesaro, Grà. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Pesaro.

Al seminario hanno partecipato: Federica Maria Panicali, Presidente Fondazione Wanda Di Ferdinando; Monica Baldoni Cardiologa del reparto di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita (CCPC) dell’Ospedale di Ancona; Leonardo Felici Direttore di Pediatria e Patologia Neonatale presso l’Ospedale San Salvatore di Pesaro; Valentina Felici, Presidente del Comitato Genitori dei Bambini Cardiopatici di Torrette; Annalisa Cannarozzo, Psicologa, Comitato Genitori dei Bambini Cardiopatici di Torrette; Irene Camilletti, Autrice del libro “Lyana la tigre indiana”, Comitato Genitori dei Bambini Cardiopatici di Torrette; Chiara Tartaglione, Psicoanalista, Responsabile Jonas Pesaro.